Pacchetto da
€ 769,00
Parco Nazionale
del Gran Paradiso
Sentiero Italia | Valle d'Aosta "A cospetto del Monte Bianco"

DOVE

Italia/Valle d'Aosta

QUANDO

Partenze da calendario

ESPERIENZA

Trekking SI CAI

DIFFICOLTA'

Media/Alta

Un percorso straordinario che parte dalla valle completamente inserita nel territorio del Parco Nazionale Gran Paradiso, la Valsavarenche e giunge ai piedi del Monte Bianco. Sei giorni di trekking tra montagne ardite, animali selvatici, fiori multicolori che punteggiano le valli, panorami ammalianti che rendono unico questo percorso al cospetto delle più alte montagne delle Alpi.

L'avventura d'Alta Montagna

Giorno 1 – Pont Valsavarenche

Appuntamento in rifugio nel pomeriggio, il rifugio si trova a 15 minuti a piedi dal parcheggio dove sarà possibile lasciare il proprio mezzo. Nel tardo pomeriggio incontro con la guida ambientale che presenterà il percorso e le bellezza naturalistiche, paesaggistiche e artistiche che s’incontreranno lungo i 6 giorni di trekking, dal Parco Nazionale del Gran Paradiso ai piedi del Monte Bianco. Cena in rifugio e pernottamento

Giorno 2 – Pont Valsavarenche | Rhemes-Notre-Dame

Al mattino dopo la prima colazione inizia il percorso sul SI CAI, in direzione della cittadina di Rhemes-Notre-Dame. Un percorso a cavallo di due valli del Parco, molto panoramico che si inoltra in valloni, punteggiati di piccoli alpeggi abbandonati e di laghetti trasparenti. Camosci e stambecchi pascolano nelle zone più appartate e sulle balze rocciose. La vista sulla cima e i ghiacciai del Gran Paradiso è ammaliante. Arrivati al Colle di Entrelor, il paesaggio si fa più severo, la dorsale rocciosa è interrotta da un ghiacciaio sofferente. Più in basso, lungo la discesa, la prateria alpina riprende il sopravvento e il fischio delle marmotte ci accompagna fino al Rifugio delle Marmotte (2142 m), appena più in basso ci si inoltra in un bosco luminoso che conduce alle porte di Rhemes-Notre-Dame.
   
Lunghezza tappa17,0 km
Dislivello+1050/-1280
Durata6h circa (soste incluse)
Livello difficoltà CAIE (Escursionisti)

Giorno 3 – Rhemes-Notre-Dame | Rifugio Chalet de l’Épée

Dopo la prima colazione si procede nuovamente sul SI CAI in direzione Rifugio Chalet de l’Épée. Dopo una eventuale breve sosta al Centro visitatori del Parco Gran Paradiso di Chanavey, si imbocca il sentiero che contorna una spalla glaciale del vallone di Torrent che conduce al ripido colle Fenêtre de Torrent (m 2840). Lungo il percorso, vale la pena soffermarsi per ammirare il panorama che spazia dalle cime che contornano il vallone di Entrelor, la Granta Parey sullo sfondo a poca distanza da confine francese e la parete della Grande Rousse di fronte, che incombe con i suoi 3607 m di altitudine, la più alta della val di Rhemes. Una discesa dapprima tra pietraie e poi su pascoli conduce infine all’accogliente Rifugio Chalet de l’Epée (m 2370) Arrivo al Rifugio, sistemazione in camerata. Cena e pernottamento.
   
Lunghezza tappa7,0 km
Dislivello+1110/-460
Durata4h circa (soste incluse)
Livello difficoltà CAIE (Escursionisti)

Giorno 4 – Rifugio Chalet de l’Épée | Planaval

Dopo la prima colazione si lascia il Rifugio Chalet de l’Épée, in direzione di Planaval. Finalmente un percorso riposante o quasi – pochi tratti in salita – che mantiene in ogni caso la costante di viste panoramiche strepitose: un bacino dalle acque turchesi occupa buona parte del fondovalle e sullo sfondo appaiono alcune cime che contornano la valle centrale e alcune vette della catena del Monte Bianco. Boschi radi di larici e cembri sono interrotti da radure con alpeggi ancora utilizzati. A Valgrisenche, è opportuno prendersi un po' di tempo per visitare il laboratorio del Drap, tessuti in lana prodotti artigianalmente dai disegni tradizionali. Il resto del tracciato si snoda sul fondovalle seguendo il torrente Dora di Valgrisenche, sul versante orografico destro fino a Revers – spettacolari Marmitte dei giganti – e in breve conduce a Planaval. Sistemazione in hotel, tempo libero a Planaval. Cena e pernottamento.
   
Lunghezza tappa12,7 km
Dislivello+50m / -850
Durata5h circa (soste incluse)
Livello difficoltà CAIE (Escursionisti)

Giorno 5 – Planaval | Rifugio Deffeyes

Dopo la prima colazione si lascia Planaval, in direzione del Rifugio Deffeyes (2494 m). Una tratta impegnativa e severa per il panorama che circonda. Il primo tratto fino all’alpeggio di Fond presenta alcuni ripiani e boschetti radi. Qui si trova un bivio che conduce al colle di Crosatie e quindi al bivacco Promoud, punto tappa del percorso classico. Però questo non è più agibile, poiché distrutto da una valanga. Quindi il percorso più diretto per giungere al Deffeyes passa attraverso il Pas de Planaval (3016 m). Pietraie e tratti periglaciali diventano la costante fino al colle posto appena sopra i 3000 m. La discesa si svolge ancora sullo stesso tipo di sedime, aggirando grandi blocchi e alcuni passaggi aerei sulle morene del ghiacciaio del Rutor, sempre più ridotto. Vari laghetti punteggiano la parte finale del percorso che porta al Rifugio. Arrivo al Rifugio, sistemazione in camerata. Cena e pernottamento.  
   
Lunghezza tappa12,0 km
Dislivello+1440/-520
Durata6h circa (soste incluse)
Livello difficoltà CAIE (Escursionisti)

Giorno 6 – Rifugio Deffeyes | Rifugio Elisabetta

Dopo la prima colazione si parte in direzione del Rifugio Elisabetta. Dagli ambienti d’alta quota, quasi lunari dove la vegetazione contende ogni centimetro alla roccia, si scende verso il fondovalle, superando una serie di gradoni, a volte ampi, come il Plan de la Lière che ospita il Lac du Glacier, più spesso limitati ma affiancati da 3 magnifiche cascate. Arrivati sulla piana di La Joux, per potersi risparmiare il percorso su asfalto, si effettua in minibus la tratta fino a Pont Serrand, poco oltre il “caotico” paese di La Thuile, sulla strada per il colle del Piccolo S. Bernardo. Qui inizia la lunga carrareccia che percorre il vallone di Chavannes fino al Colle omonimo. Qui una vista mozzafiato sull’intera catena del Monte Bianco e la piana rende frastornati e increduli per la potenza e la bellezza del luogo. La discesa sul sottostante vallone di Lex Blanches è rapida e in breve si arriva al Rifugio Elisabetta. Arrivo al Rifugio, sistemazione in camerata. Cena e pernottamento.
   
Lunghezza tappa26,5 km
Dislivello+350/-880
Durata7h circa (soste incluse)
Livello difficoltà CAIEE (Escursionisti Esperti)

Giorno 7 – Rifugio Elisabetta | Courmayeur | Pont Valsavaranche

Si finisce in bellezza passando a fianco al lago Combal e, volendo, visitando il lago Miage, posto in fondo al più grande ghiacciaio valdostano. Si continua così fino a La Visaille dove prenderemo una navetta per Courmayeur. Se non si vuole prendere la navetta si continuerà sul sentiero che a tratti attraversa la strada comunale asfaltata, senz’altro poco attraente. . Prendendo la navetta avremo tempo prima di rientrare a Pont Valsaverenche nel pomeriggio. Durante la sosta si potrà visitare la cittadina di Courmayeur ed in particolare il Museo delle Guide Alpine (Museo Alpino Duca degli Abruzzi). In alternativa, si potrà provare l’ebrezza di arrivare al cospetto di Sua Maestà il Monte Bianco, tramite lo Skyway. La modernissima cabinovia Skyway parte da Courmayeur e arriva del Pavillon (2.173 m) oppure, ancora più in alto, fino ai 3.466 m di Punta Helbronner. Si potrà vivere l’esperienza magnifica di poter quasi toccare il Monte dalla terrazza panoramica di Punta Helbronner, oltre che poter godere di un panorama unico ed affascinante. Nel pomeriggio rientro a Pont Valsavarenche. Si parte da Courmayeur con bus pubblico fino a Villeneuve, dove ci attende un mini van (max 8 pax) che ci condurrà fino a Pont Valsavaranche.
   
Lunghezza tappa17 Km (6 Km con passaggio in navetta)
Dislivello+50/-1000 (+50/-540 con passaggio in navetta)
Durata5h (2h con passaggio in navetta)
Livello difficoltà CAIE (Escursionisti)

Tariffa pacchetto a persona a partire da € 769,00

Il pacchetto include:
  • Sistemazione in hotel e/o bivacchi/rifugi in camere multiple condivise

  • Trattamento di mezza pensione
  • Escursioni e attività espressamente indicate in programma

  • Trasferimenti Courmayeur-Pont Valsavaranche e La Joux-Pont Serrand

  • Guida naturalistica 24h per tutta la durata del programma
  • Assicurazione medico/bagaglio e covid-19

  • Diritti agenzia
  • IVA
Il pacchetto non include:
  • Viaggio da/per destinazione 
  • Bevande e pasti non espressamente indicati in programma
  • Attività opzionali
  • Eventuali tasse di soggiorno
  • Trasferimento bagagli da tappa a tappa (disponibile su richiesta a seguito della prenotazione)
  • Extra personali e mance
  • Transfer di avvicinamento al rifugio del primo e ultimo giorno (contattarci per organizzare il trasferimento)

  • Supplementi per acqua calda ed eventuale acquisto di lenzuoli a sacco/asciugamani monouso o a noleggio (rifugi)
  • Tutto quanto non espressamente elencato nella sezione "Il pacchetto include"

Il costo del pacchetto indicato è per sistemazioni in camere multiple condivise con altri partecipanti al viaggio: triple, quadruple o camerate (in rifugi od ostelli).

Solamente in alcuni situazioni sarà possibile provvedere a sistemazioni in camere più piccole - singole o doppie - comunque soggette alle disponibilità delle strutture.

Inviaci un'email di richiesta per prenotare la tua adesione al programma, all'indirizzo email info@2bhappytravel.com, o utilizza il modulo di richiesta preventivo.

In risposta ti verrà confermato l’effettivo prezzo del pacchetto con una maggiorazione massima dell’8% dalla tariffa “a partire da” online.

Per garantire la tariffa avrai 48 ore di tempo per confermare la tua adesione e versare la caparra confirmatoria pari al 30% della tariffa confermata.

45 giorni prima della partenza ti sarà richiesto di versare il saldo.

20 giorni prima della partenza avrai la conferma che è stato raggiunto il numero minimo dei partecipanti, pertanto il viaggio è confermato.

In caso di recesso o annullamento saranno attribuiti i costi di gestione della prenotazione come segue:

  • dal versamento della caparra a 45 giorni prima della partenza, penali pari al 20% della tariffa di pacchetto confermata;
  • da 44 a 30 giorni prima della data di partenza , penale pari al 50% della tariffa di pacchetto confermata;
  • da 29 a 15 giorni prima della data di partenza , penale pari al 75% della tariffa di pacchetto confermata;
  • da 14 giorni a 0 giorni prima della data di partenza, penale pari al 100% della tariffa di pacchetto.

In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di adesioni al viaggio, sarà restituito il totale delle somme versate entro 5 giorni lavorativi dalla comunicazione al cliente.

N.B. Il programma è confermato al raggiungimento di 6 adesioni.

In caso di situazioni contingenti allo stato di pandemia Covid-19, per la quale vengono approntate delle restrizioni governative che influiscono sulla libera circolazione da/per una certa regione, sarà restituito il totale delle somme versate entro 15 giorni lavorativi. In alternativa il cliente potrà decidere di utilizzare la sua quota di adesione per partecipare ad un diverso programma, per la quale non sono previste restrizioni, oppure ottenere un voucher di pari importo alle somme versate, da poter utilizzare per un prossimo viaggio.

Il programma ha un intensità di difficoltà media-alta, pertanto è richiesta una ottima forma psico-fisica ed un buon allenamento a svolgere attività di trekking intenso, su più giorni. Prima di aderire al programma valuta bene il tuo stato.

Inoltre verifica che la tua attrezzatura e il tuo equipaggiamento sia all'altezza del tipo di viaggio, prima della partenza. Siamo a tua disposizione per suggerimenti e consigli, ti metteremo in contatto con la guida ambientale ed escursionistica che accompagnerà il gruppo.

In tal senso, qui sotto potrai già trovare degli elementi utili per il tuo equipaggiamento:

  • zaino grande per il bagaglio generale + zaino più piccolo per utilizzare giornalmente
  • scarponi specifici da trekking e scarpe sportive per i momenti di riposo
  • abbigliamento specifico da trekking, in base alla stagione
  • abbigliamento idrorepellente in caso di pioggia (pantaloni e giacca)
  • anche in estate un golf o una felpa
  • torcia elettrica e lampada frontale
  • borraccia da 1,5 l
  • fischietto
  • bastoncini da trekking (consigliati)
  • binocolo per le osservazioni
  • macchinetta fotografica per immortalare la tua esperienza
  • presidi sanitari, quali: disinfettante, cotone idrofilo, cerotti (diverse misure), garze
  • medicinali, quali: antipiretici, creme per punture d'insetti e ustioni
  • compresse per disinfettare l'acqua da bere, o, in sostituzione, un filtro per acqua potabile (consigliato)
  • crema solare a vari livelli di protezione (in estate)
  • un cappellino
  • snack ed integratori a base di sali minerali
  • dispositivi di protezione individuale da contagio Covid 19, quali: mascherine (in numero sufficiente per il fabbisogno durante tutta la durata del viaggio), gel disinfettante, guanti in lattice monouso (opzionale)
  • ciabatte e costume da bagno

Informaci alla prenotazione circa le tue abitudini alimentari, se sei allergico o intollerante ad alcuni cibi, o segui regimi alimentari particolari, in modo che possiamo anticipatamente informare le strutture e i ristoranti.

tappe_vda
Mappa a carattere orientativo

Richiedi senza impegno un preventivo

personalizzato per questa destinazione

Scarica qui il

programma in pdf

Partenze

Luglio 3 | 17 | 31

Agosto 14 | 28

Settembre 11 | 25

Gallery

Grid Item 2 Il Monte Bianco La montagna maestosa Item 2 La Marmotta Item 3 Courmayeur Item 4 Il Gran Paradiso

Esperienze simili sul Sentiero Italia